giovedì 26 luglio 2012

Digito ergo sum.

Tanto lavoro, un breve weekend di vacanza e un lungo guasto all’adsl: questo è quanto serve a tenere lontano una persona dal proprio blog per più di un mese.
Al di là del fastidio…
"la invitiamo ad attendere per non perdere la priorità acquisita" (ATTENDERE!? ANCORA?!)
…oltre le beffe…
"con questo codice potrà seguire l’iter della richiesta di assistenza sul sito" (MA COME CI VADO SUL SITO SE L’ADSL NON VA?!)
…dopo l’insulto…
"ma se lo diceva subito che era stato un temporale allora glielo cambiavano subito il router!" (IO L’HO DETTO!)
…quello che rimane è la consapevolezza di impotenza che ti assale in quei momenti.
L’impossibilità di dare sfogo ai propri pensieri paradossalmente ne crea un altro: digito ergo sum.
Ho scoperto di non esistere se non scrivo.
E’ una brutta malattia, ma si puo guarire.
Ai blogger che ne soffrono consiglio di provare a staccarsi per brevi periodi dalla tastiera e immergersi nel mondo reale. Qualche sorpresa c'è sempre.
...Anche se non sempre positiva...


5 commenti:

  1. mi pareva strano che non ti manifestassi con le tue correzioni grammaticali!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ;) Da buon prof ti prometto che leggerò entro il prossimo weekend tutti i tuoi post e... li correggerò! Con la biro rossa direttamente sullo schermo!!

      PS: grazie per avermi involontariamente suggerito una nuova icona per il mio blog.

      Elimina
  2. in effetti io avrei il giardino un po'allo stato...bradipo!bentornato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! E stupiscimi ancora con le foto del tuo giardino (dopo che lo hai reso degno di quanto hai mostrato in passato).
      Comunque lo stato bradipo è quello che mi prende non appena giungo a casa dopo taaaaaanto ufficio. Anzi: uff!!...icio.

      =(^_^)= Miao!

      Elimina